Dimagrire in modo veloce e sicuro: quali prodotti scegliere?

Grazie al web sono stati diffusi e commercializzati una serie di prodotti dimagranti piuttosto efficaci. Nell’ambito dell’utilizzo degli integratori alimentari, i consigli del Dottor Oz, medico nutrizionista americano, sono diventati seguitissimi da tutto il mondo. Un prodotto molto pubblicizzato dal suo programma televisivo è la Garcinia Cambogia, un estratto naturale di una pianta indonesiana che sembrerebbe essere molto più efficace di tante altre sostanze.

Il motivo è da ricondursi alla composizione stessa della sostanza, costituita per lo più da acido idrossicitrico (HCA), inibitore della fame e gastroprotettore, la cui assunzione da effetti benefici a tutto l’organismo.

Quali sono le funzioni principali dell’HCA?

L’acido idrossicitrico ha più effetti nell’organismo, e tutti di grande importanza:

  • Blocca la formazione del grasso
  • Favorisce la trasformazione dei cibi ingeriti in energia
  • Combatte la sensazione di fame riducendo l’appetito
  • Abbassa i livelli di colesterolo e trigliceridi
  • Aumenta i livelli di serotonina nel cervello
  • Protegge l’apparato digerente dai più comuni disturbi

Un rinnovato senso di benessere generale è, quindi, il primo effetto che tutti coloro che hanno provato la garcinia possono testimoniare. Per quanto riguarda la perdita di peso, è doveroso aprire una piccola parentesi. Non è rarissimo imbattersi in opinioni negative riferite a questo integratore, ma tendenzialmente si tratta di consumatori che non hanno associato al trattamento una dieta coerente e un minimo di attività fisica. Leggere in una pubblicità che un prodotto può funzionare, non significa che lo stesso possa sostituire azioni basilari per la propria salute.

L’acido idrossicitrico nella ricerca scientifica

Il primo studio sulla garcinia gummi-gutta fu eseguito sui topi. Gli animali furono divisi in quattro gruppi. I gruppi 1 e 2 vennero alimentati con una dieta standard, al 3 e al 4 vennero somministrati cibi ad alto contenuto di grassi. Il primo e il terzo gruppo furono parallelamente trattati con l’estratto della gummi-gutta. Alla fine della sperimentazione, il risultato sconcertante fu che i ratti alimentati con cibo grasso e trattati con HCA riuscirono comunque a perdere peso e ad evitare particolari infiammazioni nell’apparato digerente.

Dopo questi risultati, la scienza ha voluto provare il trattamento sugli esseri umani. Fu preso un campione di oltre 100 persone divise in due gruppi. Il gruppo A venne trattato con pasticche di garcinia, il gruppo B con pillole placebo. Al termine della ricerca, il gruppo A mostrò una perdita di peso pari a circa 10 kg in 4 mesi.

Trattandosi di un prodotto naturale, l’efficacia non può essere garantita al 100%, ma per la stessa caratteristica sono esclusi gravi effetti collaterali e le proprietà benefiche dell’acido idrossicitrico valgono certamente almeno una prova, ovviamente nelle dosi consigliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *